Ex-Ilva: Perché il Csm nominò Capristo capo della procura di Taranto?

Ex-ilva

Taranto è una città sena pace condannata ai veleni della diossina, del benzopirene e tanti altri ma anche da quelli di palazzo e cosa più inquietante e grave dall’intrigo tra l’avvocato Amara e l’ex capo della procura di Taranto Carlo Maria Capristo un sodalizio che è servito a condizionare indagini sull’ex Ilva. Questo è il […]

Sicurezza Alimentare: Strategia Farm To Fork e Ambizione sulla PAC uniche vie d’uscita

sicurezza alimentare

In questa Giornata mondiale della sicurezza alimentare, riteniamo necessario ricordare che è fondamentale smettere di finanziare un modello basato su allevamenti intensivi e agricoltura inquinante, sulla sovrapproduzione di prodotti alimentari che diventano al 25% rifiuti, un modello che sostiene l’inaccettabile paradosso di due miliardi di persone in sovrappeso e 820 milioni di persone sotto alimentate. […]

A proposito della sentenza di Taranto sull’Ex-Ilva

Ilva

La sentenza della Corte d’assise di Taranto costituisce una pietra miliare nella ricerca di verità e giustizia per quanto riguarda la drammatica e tragica vicenda dell’ex-ILVA di Taranto. Ovviamente, gli imputati e i condannati, per ora nel primo grado di giudizio, hanno il diritto di difendersi e, come tali, non hanno l’obbligo di dire la […]

Ilva. Dura sentenza contro chi ha svenduto Taranto

Ilva

A Taranto, per decenni, si è inquinato senza che nessuna istituzione locale facesse qualcosa: hanno chiuso gli occhi e legato le mani per non firmare atti a tutela della salute. La magistratura, purtroppo, è dovuta intervenire per fare quello che la politica avrebbe dovuto fare. Questa mattina, una giuria di sole donne ha emesso una […]

AMBIENTE, SIAMO TORNATI AI DISASTRI DEL B. PREMIER

Governo

Sarà un governo ambientalista dichiarava Draghi iL 13 febbraio, il giorno del giuramento del suo governo, ma in realtà l’uomo che doveva portare in Italia l’aria dell’Europa come il rispetto delle regole e delle procedure si è subito adeguato alla brezza italica. Le iniziali promesse si sono rivelate olo propaganda all’atto della presentazione del suo […]

Eni ridefinisca i suoi obiettivi in ottica di Transizione Ecologica. Lettera dei “Veterani” a Draghi

eni

Signor Presidente, abbiamo preso atto con preoccupata soddisfazione del suo viaggio in Libia che ha recuperato per il nostro Paese autorevolezza rispetto ai precedenti esiti. Preoccupati perché in quel contesto difficile e complesso un punto di riferimento sicuro è la presenza dell’Eni, che è riuscita a resistere, tutelando così anche lavoro e interessi italiani. Non […]

Il M5S usa la Transizione Ecologica per propaganda. Voltafaccia sul Ponte sullo Stretto

ponte sullo stretto

Questa mattina, di fronte alle porte della Camera dei Deputati, abbiamo organizzato un flash-mob per parlare del Ponte sullo Stretto di Messina e delle promesse tradite del M5S. Il Governo fa rientrare dalla finestra ciò che aveva detto che sarebbe uscito dalla porta: vuole realizzare un Ponte nell’area a più alto rischio sismico del Paese, […]

Ponte Stretto, una grande opera che rappresenta la mutazione genetica del M5s

Ponte sullo stretto

C’era una volta il M5S che sfilava nei cortei urlando No Ponte chiedendo i voti ai siciliani, prendendone anche tanti, o che chiedeva la chiusura delle fonti inquinanti dell’Ilva, ma con l’intervista di oggi del sottosegretario Cancelleri del M5S che dice ‘Si al ponte sullo stretto di Messina’, la mutazione genetica del movimento è completa […]

Ponte sullo Stretto: Bonelli, Draghi realizza il sogno di Berlusconi

Ponte sullo stretto di Messina

Il governo dei migliori farò quello che Silvio Berlusconi aveva sempre tentato di fare: il Ponte sullo Stretto di Messina un’opera che è già costata solo per fantasiosi studi e progetti quasi 1 miliardo di euro. Il ministro Giovannini ha inviato al parlamento la relazione tecnica, in realtà molto politica, del ministero che dice Sì […]

Sull’Egitto, imbarazzante l’invito di Di Maio ad abbasare i toni

egitto

Siamo esterrefatti di fronte alle dichiarazioni del Ministro degli Esteri Di Maio il quale comunica sostanzialmente che è meglio non infastidire l’Egitto o, testualmente: “Giusti gli appelli ma alzare toni fa irrigidire Egitto”. Noi riteniamo, invece, che sarebbe più consono abbassare le armi, ovvero sospendere la vendita di armi al Paese nordafricano. L’invito di Di […]