I Green Book sono veri e propri Instant Book, ossia brevi testi che offrono interessanti riflessioni e spunti sui temi della conversione ecologica, oggi pi? che mai necessaria alla luce dell?emergenza climatica e della pandemia in atto. Saranno pubblicazioni esclusivamente in formato digitale e scaricabili gratuitamente.

1. Rinnovabili ed efficienza energetica

18 maggio 2020
a cura di
Francesco Alemanni, in collaborazione con Domenico Belli e Gustavo Giorgi
SINOSSI
Entro il 2050, l’Europa dovrà abbandonare le fonti fossili: un obiettivo vincolante per tutti gli Stati membri. Fonti energetiche rinnovabili ed efficienza energetica sono i punti fondamentali da cui partire per il raggiungimento di questi obiettivi.

2. Fiscalità, ripresa economica e welfare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

8 giugno 2020
a cura di
Dario Polini e Francesco Alemanni
SINOSSI
Europa Verde intende proporre al Governo una serie di iniziative per rilanciare il sistema Paese, l’occupazione e le imprese, in questo periodo di crisi sanitaria ed economica. Le proposte qui elencate rappresentano, quindi, dei suggerimenti per il miglioramento del Decreto Rilancio, con l’aggiunta di alcuni interventi strutturali su imprese e welfare in chiave genuinamente green.

3. Stati generali della Green Economy. Il Controvertice

Green-book-Stati-Generali

23 luglio 2020
a cura di Gianfranco Mascia e Francesco Alemanni

SINOSSI
Il 21 giugno, abbiamo fatto sedere attorno a un tavolo virtuale le competenze giuste per discutere, insieme alle e ai dirigenti di Europa Verde, su come progettare un futuro possibile e sostenibile dopo il lockdown dovuto al Covid-19. Il risultato è stato quello di una iniziativa aperta e plurale, durata quasi dieci ore e racchiusa in queste pagine.

4. Alex Langer. Testimone e profeta del nostro tempo

15 novembre 2020
a cura di Marco Boato
SINOSSI
Alex Langer è stato un protagonista, fin da giovane, della contestazione studentesca. La sua azione è stata sempre orientata alla creazione di ponti tra culture e movimenti politici. “Profeta verde”, come fu definito dopo aver preso parte alla prima Assemblea nazionale dei Verdi, fu il primo co-Presidente del Gruppo verde a Bruxelles e Strasburgo. Eccolo, nel ricordo del grande amico Marco Boato.