SCIOPERO DEL GAS – Per non finanziare la guerra di Putin, in solidarietà con il popolo ucraino.

Ogni giorno la Russia incassa 700 milioni di dollari dalla vendita del suo gas e, con quei soldi, Putin finanzia la guerra contro l’Ucraina. Oggi più che mai è necessario rendere l’Italia indipendente e autonoma dal punto di vista energetico.
Sciopero del Gas
Crisi Ucraina
Finanziamenti Gas
Ridurre Temperatura

COSA POSSIAMO FARE ?

Riduciamo il riscaldamento nelle nostre case di 2-3°C e chiediamo lo sblocco di almeno 110 GW di energia rinnovabile.
Secondo l’OMS, in casa dovremmo mantenere una temperatura di circa 20 gradi. In realtà, indossando un maglione in più, si sta bene anche a 18-19 gradi.
  •  L’unico locale in cui la temperatura non dovrebbe discostarsi dai 19°C è il salotto, cioè l’ambiente in cui si trascorre la maggior parte del proprio tempo.
  •  La cucina è, invece, la stanza più calda grazie alla presenza di fornelli e forno: in questo caso si può scendere anche a 18°C.
  • Nelle camere da letto, il termometro si può abbassare ulteriormente: 16°C vanno benissimo e aiutano a prevenire diversi disturbi di carattere circolatorio
  •  Inoltre, per ogni grado diminuito, si può risparmiare fino al 6-7%.

TweetStorm – #ScioperodelGas

Lunedì 7 marzo, dalle ore 13.00 su Twitter, lanciamo una Tweetstorm per coinvolgere più persone possibile nella campagna #ScioperodelGas, nata per diminuire i consumi e defininanziare il conflitto contro l’Ucraina.

Scarica le istruzioni per partecipare alla tweetstorm
tweestorm