Conferenza sul Futuro dell’Europa. La transizione ecologica sia la strada maestra

COFE -Evi

Dalle raccomandazioni dei duecento cittadini selezionati in modo casuale nell’ambito della Conferenza sul Futuro dell’Europa emerge chiaramente la volontà di un cambio di rotta.

Le proposte dei cittadini europei si rivelano in linea con le battaglie che noi Verdi portiamo avanti da tempo: una completa revisione della politica agricola comune per dirottare i finanziamenti dalle grandi aziende agricole – che producono in maniera industriale – agli agricoltori virtuosi che producono in maniera sostenibile; una mobilità pulita, condivisa e diffusa, rimboschimento e riduzione del consumo di suolo, divieto dell’uso non necessario degli antibiotici negli allevamenti, un’economia circolare come stella polare per riorientare il nostro sistema produttivo.

La Conferenza sul Futuro dell´Europa, di cui venerdì e sabato prossimi si tiene plenaria a Strasburgo, è un’opportunità imperdibile per disegnare il volto nuovo dell’Europa che verrà e costruire uno spazio comune di confronto sulle sfide che ci attendono, per questo è fondamentale non sprecare questa preziosa chance di migliorare la nostra casa europea seguendo le indicazioni dei cittadini.

Sento fortemente la responsabilità del ruolo che ci è stato assegnato, pertanto il mio impegno sarà indirizzato a conferire centralità ai temi ambientali, a dare maggior potere agli strumenti partecipativi dei cittadini, come le Iniziative dei Cittadini Europei, e soprattutto a far sì che alle loro richieste facciano seguito proposte legislative concrete, affinché questo grande esperimento di democrazia partecipativa trovi pieno compimento.

Ha dichiarato Eleonora Evi, scelta tra i 9 europarlamentari italiani che prenderanno parte alle riunioni della COFE.