Un patto di consultazione con Sinistra Italiana per il futuro Presidente della Repubblica dall’alta moralità

patto di consultazione

Oggi 10 gennaio 2022 nel corso della conferenza stampa che si è tenuta presso la sala stampa della Camera dei Deputati, i co-portavoce di Europa Verde, Eleonora Evi e Angelo Bonelli con il leader di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni hanno annunciato un patto di consultazione per il futuro Presidente della Repubblica.

Insieme ad Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni vogliamo lanciare un patto di consultazione per il Quirinale tra Europa Verde e Sinistra Italiana allo scopo di individuare una figura che abbia quelle caratteristiche di alta moralità e di garanzia della democrazia e del buon funzionamento delle istituzioni democratiche del nostro Paese. Siamo molto preoccupati perché questi requisiti rischiano di non esserci, in particolare se il presunto candidato del centrodestra dovesse essere Silvio Berlusconi.

Siamo qui a dire un ‘no’ forte e convinto alla figura di Berlusconi, che non riteniamo rispecchiare il profilo e le caratteristiche di cui l’Italia ha bisogno. In questo momento storico, Sinistra Italiana ed Europa Verde vogliono dialogare per costruire un argine democratico all’interno, ma anche all’esterno, delle istituzioni. A preoccuparci è anche l’azione di questo Governo che sta dimostrando di realizzare proprio i sogni di berlusconiana memoria, come il ritorno del nucleare proposto dal Ministro Cingolani o addirittura il Ponte sullo Stretto di Messina su cui è recentemente tornato il Ministro Giovannini. Questa non rispecchia la nostra idea di Paese che, al contrario, è rivolta a mettere al centro i temi della giustizia ambientale e della giustizia sociale.

Riteniamo molto preoccupante l’azione del Governo e sentiamo la necessità di lavorare per contrastare tutto ciò. Questo patto di consultazione sulla figura del Presidente della Repubblica conferma Europa Verde e Sinistra Italiana come le due forze che si oppongono a questo Governo, e che lo fanno, indubbiamente, con molte sinergie e similitudini: siamo entrambe forze politiche convintamente anti-nucleariste, per la giustizia sociale, climatica e per i diritti civili e sociali.

Ha dichiarato Eleonora Evi, co-portavoce nazionale di Europa Verde.

Il patto di consultazione che nasce oggi è molto importante perché riteniamo essenziale costruire un argine democratico ai tentativi di chi vorrebbe conquistare la Presidenza della Repubblica e non rappresenta quei requisiti di comprovata etica pubblica. Mi riferisco, chiaramente, alla candidatura di Silvio Belusconi. Da qui, la responsabilità di portare all’interno delle Istituzioni un sentimento che è molto diffuso nel Paese: la Presidenza della Repubblica deve rappresentare le istituzioni democratiche, le cittadine e i cittadini italiani, simboleggiare la storia della Repubblica Italiana, nata dalla lotta contro il fascismo.

Per noi, è importante estendere questo patto di consultazione anche ad altre forze. Penso, per esempio, al Partito Democratico, di cui apprezziamo la posizione espressa dal Segretario Letta di dire un chiaro ‘no’ all’inserimento del nucleare nella tassonomia verde UE: è una scelta importante che aiuta a costruire una prospettiva per il futuro.

Questo è Governo che ha un’eterogeneità dannosa per il Paese, come possiamo constatare dalle politiche energetiche e dalle scelte di strategia complessiva, su cui alcune forze, come la Lega o Italia Viva, tendono a bloccare ogni misura che vada incontro ai bisogni dei cittadini. C’è la necessità che questo Paese recuperi il primato della politica, difendendo le conquiste democratiche raggiunte in passato, come il no al nucleare. A questo scopo, il patto di consultazione che presentiamo qui oggi assume un’importanza fondamentale. Noi, come Europa Verde, non ci fermiamo, ma siamo in procinto di avviare una grande consultazione con il mondo ecologista, civico, sociale e delle personalità, per consolidare e rafforzare la presenza politica green nel Paese, nella convinzione che quella di mettere al servizio del Paese esperienze, idee e proposte, in un progetto di condivisione che parta da questa fase molto delicata che riguarda l’elezione del Presidente della Repubblica, sia la strada giusta.

Ha dichiarato Angelo Bonelli, co-portavoce nazionale di Europa Verde.

Il patto di consultazione tra Europa Verde e Sinistra Italiana non rappresenta solo l’accordo tra due forze politiche che, sulle grandi questioni che riguardano il futuro del Paese, si sono trovate ad avere lo stesso punto di vista. Si tratta di una possibilità per tutto il mondo ecologista, associativo, di chi si impegna per la difesa dei diritti sociali, di avere voce in un dibattito importantissimo per il Paese, quello sull’elezione del futuro Presidente della Repubblica.

Hanno dichiarato Fiorella Zabatta, Presidente del Consiglio federale nazionale, e Filiberto Zaratti, coordinatore della direzione nazionale.