ENERGIA: SU NUCLEARE SALVINI CAMBIA SLOGAN, ‘PRIMA I FRANCESI’

salvini nucleare

Consigliamo a Salvini di cambiare gli slogan elettorali del suo partito a ‘Prima i Francesi’, visto che con la sua posizione, favorevole al nucleare in Tassonomia UE, favorisce l’industria francese che produce energia elettrica dall’atomo a dei costi insostenibili.

Ricordiamo che nella loro centrale EPR di Hinkley Point é di 123 euro/Mwh sterilizzato per i prossimi 35 anni, una fonte che ha necessitá di continui finanziamenti, una fonte pericolosissima e con tempi di realizzazione molto lunghi.

l leader della Lega sostiene che sia necessario decidere in fretta sul Nucleare per ‘alleggerire le bollette’ ma fa finta di non sapere che il nucleare non é la soluzione al caro bollette, perché l’energia prodotta con l’atomo é giá tra le piú care. Mentre le energie rinnovabili sono economicamente competitive, ricordiamo a tal proposito che alcune settimane fa l’asta sul fotovoltaico ha assegnato, in Portogallo, un prezzo record di 14,76 €/Mwh e secondo la banca d’affari Lazard, produrre 1 kWh di energia elettrica con il fotovoltaico costa 3,7 centesimi di dollaro, con l’eolico 4,0 mentre il nucleare costa 16,3 centesimi di dollaro a kWh, quindi le bollette saranno calate solo se si investirá massicciamente nelle fonti rinnovabili.

Le posizioni di Salvini e di tutti coloro che vorrebbero il nucleare sono irresponsabili di chi non pensa al futuro del Pianeta e di chi antepone la demagogia ai veri interessi del Paese.

Angelo Bonelli e Eleonora Evi