Tracciamento asintomatici essenziale. Investire in sanità e trasporti

asintomatici

La proposta di testare i soli sintomatici, che il Governo starebbe per accogliere su richiesta delle Regioni, è irricevibile ed estremamente grave. Gli asintomatici vanno testati in quanto diffusori del virus, non farlo non frenerebbe l’epidemia ma l’aggraverebbe. Piuttosto ci saremmo aspettati un decreto per potenziare il trasporto pubblico come noi Verdi chiediamo da anni inascoltati.

Oggi diventa evidente quanto la richiesta del MES e il potenziamento della sanità pubblica avrebbe potuto influire sulla situazione. Ma anche senza andare troppo lontano, con un investimento di un miliardo e mezzo, si sarebbe potuto decuplicare i centri per i tamponi e ridurre la pressione su alcuni presidi.

Scegliere di non testare gli asintomatici porterebbe a una manipolazione della realtà e non risolverebbe affatto il problema dei numeri dei contagi in costante crescita, anzi la aggraverebbe: sappiamo infatti che gli asintomatici hanno una carica virale tale da infettare altri ed è per questo che la loro individuazione dovrebbe essere ricercata con ancora maggiore perizia.

Se si vuole davvero cominciare a gestire al meglio l’emergenza, il Governo deve pensare a provvedimenti specifici per ridurre la congestione dei mezzi di trasporto pubblico, limitando la capienza e moltiplicando le corse, come noi Verdi chiediamo da ben prima della pandemia.

Angelo Bonelli