Subito bonus a lavoratori della cultura e ai commercianti

Cultura

Siamo in un momento difficilissimo. La recrudescenza della pandemia imporrà delle strette severissime, che riguarderanno tutto il Paese e a cui stiamo già assistendo. Quindi, come Verdi, chiediamo immediatamente un bonus che venga assegnato subito ai lavoratori della cultura, ai commercianti e a tutte quelle categoria deboli che oggi fanno fatica ad arrivare alla fine del mese.

Bisognerà pensare a tutto quello che non è stato fatto in questi mesi in cui il governo avrebbe potuto attrezzarsi per affrontare una seconda ondata che tutti ci aspettavamo, più o meno grave che fosse. Bisognava lavorare sul sistema dei trasporti per far sì che i lavoratori non si dovessero trovare su dei carri bestiame pieni di persone. Bisognava pensare in questo senso di utilizzare i bus turistici, che sarebbero stati una risorsa.

Bisognava ripensare anche ai sistemi e agli orari di lavoro: potenziare e sviluppare lo Smartworking, modificare gli orari di lavoro che devono esser ridotti, messi a doppio turno, facendo in modo che le persone non vadano tutte a lavorare alla stessa ora. Stesso discorso vale per le scuole.

Ma soprattutto bisognava lavorare sulla sanità, creando un sistema di tracciamento efficace che non saltasse al primo momento di panico, come sta accadendo in questo momento. Bisognava lavorare sulla medicina dei territori, sui medici di base, che rappresentano una risorsa preziosa in questo momento per contenere le corse negli ospedali

Tutto questo non è stato fatto e bisogna farlo adesso. Per la sanità è necessario accedere ai fondi del MES, quindi smettiamo di fare discorsi ideologici perché rischiamo, dopo averne perso già abbastanza, di non avere più tempo.

Elena Grandi

Matteo Badiali