CONSIGLIO FEDERALE NAZIONALE DEL 26 FEBBRAIO 2022

MOZIONE CONSIGLIO FEDERALE
del 26/02/2022

Il Consiglio Federale Nazionale di Europa Verde-Verdi, riunito on-line sabato 26 febbraio 2022, udite le relazioni introduttive dei co-portavoce nazionali Angelo Bonelli ed Eleonora Evi, le approva e in particolare:

● prende atto con grande soddisfazione della formazione alla Camera della nuova componente parlamentare “Europa Verde-Verdi Europei” e augura buon lavoro alla deputata e ai deputati che ne fanno parte;

● preso atto della straordinaria gravità dell’aggressione militare della Russia di Putin nei confronti dell’Ucraina, denuncia questo come un atto criminale in violazione di tutti gli accordi internazionali ed esprime la propria piena solidarietà all’Ucraina. L’economia di guerra della Russia va fermata: Europa Verde–Verdi si mobiliterà con iniziative per la pace e a tal proposito chiederà alla Unione Europea e al Governo italiano un piano per accogliere ed assistere i profughi dall’Ucraina. Europa Verde–Verdi lavorerà, inoltre, per costruire una giornata di iniziative verso una strategia energetica fondata sul risparmio energetico e sulle energie rinnovabili, affinché siano di ausilio alla costruzione della pace.

● invita al massimo impegno per la preparazione della prossima Conferenza programmatica del 12 e 13 marzo a Roma, e alla maggiore partecipazione possibile da parte di Europa Verde–Verdi, anche attraverso i 15 gruppi di lavoro e con la massima apertura del dibattito politico e del confronto culturale in rapporto all’intero mondo ecologista;

● in previsione delle elezioni amministrative della prossima primavera, invita tutti i dirigenti e militanti di Europa Verde-Verdi a livello locale al massimo impegno per la formazione di liste autorevoli e ampiamente rappresentative del mondo ecologista nell’ambito di coalizioni credibili e programmaticamente compatibili, e sollecita i propri rappresentanti nei vari ambiti territoriali a promuovere, ove possibile – se politicamente ed eticamente compatibili con i nostri principi ispiratori e statutari -, scelte basate su una cultura di governo, che riescano a porre le politiche ambientaliste ed ecologiste al centro del governo delle città;

● invita a lavorare per costruire una proposta politica verde, ecologista, pacifista, civica, laica, femminista ed europeista che veda Europa Verde–Verdi efficace protagonista in grado di raggiungere un obiettivo ambizioso nelle prossime elezioni politiche, per superare positivamente gli sbarramenti elettorali;

● ritiene necessaria l’adozione di un piano energetico sulla base di un nuovo modello energetico che contribuisca a porre fine ad ogni guerra e che promuova la pace, tracciando una Road-map di uscita definitiva dalla dipendenza dal gas e dalle fonti fossili, anche con la proposta della costituzione di una unità di crisi energetica da parte del Governo in grado di coinvolgere anche le aziende delle energie rinnovabili.

APPROVATA ALLA UNANIMITÀ