Siccità. Calenda sparasciocchezze seriale. Infanga il referendum

calenda

“Prima con il nucleare, ora con la siccità, Calenda è uno spara-sciocchezze seriale, arrivando a dare la responsabilità della drammatica crisi idrica e della siccità che il Paese sta subendo a chi chiede che l’acqua sia un bene comune pubblico, esattamente come accade a Berlino e a Parigi. Siamo stanchi di ascoltare le sue sciocchezze e pertanto lo sfidiamo a un confronto pubblico”.

Così, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa Verde, Angelo Bonelli, che conclude: “Mai tanta ignoranza e assenza di rispetto verso il dramma della catastrofe climatica si era visto da parte di un esponente politico che prima si fa eleggere con il PD e poi si trasforma nel leader del centrodestra, degno figliol prodigo di Silvio Berlusconi. La rozzezza con cui si esprime Calenda è inaccettabile. Ribadiamo: lo sfidiamo a un confronto pubblico”.