DDL Concorrenza. Privatizzare l’acqua è uno schiaffo agli italiani

Concorrenza

“L’articolo 6 del DDL Concorrenza è una violazione incredibile, uno schiaffo a decine di migliaia di italiani che hanno votato contro la privatizzazione dell’acqua”.

Lo dichiara il co-portavoce di Europa Verde, Angelo Bonelli, durante una confrenza stampa in piazza di Montecitorio.

“Nell’art. 6 si privatizza l’acqua, – aggiunge, – e nessuno ci può venire a dire che così si rispettano le direttive comunitarie, perché a Berlino, Amburgo o Parigi l’acqua è pubblica. Lo hanno fatto perfino a Berlino con un referendum: lì però i referendum li rispettano”.

“In Parlamento, – afferma inoltre Bonelli, – c’è chi vorrebbe fare un grandissimo favore ai balneari, che già pagano pochissimo con le concessioni: lo Stato incassa solo 100 milioni di euro a fronte di un fatturato annuo di 15 mld di euro. Questi sono privilegi che andrebbero eliminati. Auspichiamo che si rispetti la Bolkestein, perche’ i canoni di concessione sono esigui, francamente non sostenibili”.

“Inoltre, ci preoccupano anche enormemente alcuni emendamenti dei relatori, in particolare quello che consente di mettere a bando le ultime spiagge libere del nostro paese entro il 2024. Da un lato non vogliono la messa a bando degli stabilimenti balneari dall’altro vogliono la messa a bando delle ultime spiagge libere per avviare un processo di cementificazione delle nostre coste, che sono già fortemente deturparte”, conclude.