Romaniello: Cingolani ministro dell’abdicazione ecologica, perché non restituiamo il 100% degli extraprofitti?

Cingolani

“Ministro Cingolani, lei non ha parlato di cittadini che oggi sono in difficoltà e che si ritrovano a pagare bollette da 1200 euro contro i di 250 dell’anno scorso. Mentre è aumentato tutto, il prezzo della materia, gli oneri di sistema, il trasporto, le tasse le imposte sul prezzo finale, si continua a parlare di rigassificatori. Dov’è il cambio di passo sulle rinnovabili? È questa la sua transizione ecologica?”

Così il deputato di Europa Verde – Verdi Europei Cristian Romaniello, intervenendo alla Camera dopo l’informativa del Ministro Cingolani, e ha poi proseguito:

“È stato proprio lei ha dichiarare che, in merito agli extra profitti delle grandi aziende energetiche ,era in atto una truffa colossale ai danni degli italiani, ma lei ha trattato con i truffatori chiedendo solo il 25% delle tasse. Non si tratta con i truffatori, si restituisce tutto il maltolto sottratto alle cittadine e ai cittadini. La transizione ecologica si fa con le energie rinnovabili, con meno burocrazia, non con i rigassificatori, non con il nucleare.

Le chiediamo – conclude Romaniello – di fare il ministro della transizione ecologica, non quello dell’abdicazione ecologica, e di quello che doveva essere “il governo dei migliori” e non di un consiglio di amministrazione di un proconsole”.