Gas. Ignobile speculazione alle spalle degli italiani. Lanceremo una campagna verità sul caro-bollette

gas

Il nuovo decreto del Governo contro l’aumento delle bollette non è stato ancora bollinato, segnale che i lavori sono ancora in corso. Vogliamo essere fiduciosi che venga inserita la norma che tassi considerevolmente gli extra-profitti delle aziende energetiche che hanno realizzato guadagni stratosferici dall’aumento del prezzo del gas, un fatto molto grave dal punto di vista etico e sociale.

Così in una nota i co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli ed Eleonora Evi, che proseguono:

“Ricordiamo che ENI ha realizzato un utile di 2 miliardi di euro solo nell’ultimo quadrimestre del 2021 con un aumento di +3780% rispetto al 2020. In totale gli extraprofitti delle imprese del gas tra il 2021 e il 2022 supereranno i 15 mld euro. Intanto verranno utilizzati ulteriori 7 miliardi di euro, che si sommano ai 10 miliardi precedentemente stanziati, dallo scostamento di bilancio, quindi soldi che gli italiani pagheranno di tasca loro.

“Serve il gas nazionale” è stato lo slogan del ministro Roberto Cingolani, di Matteo Salvini e altri. Ma le aziende energetiche italiane vendono il gas italiano all’estero e secondo i dati del Ministero dello Sviluppo Economico l’Italia nel 2021, in piena crisi energetica, ha esportato gas all’estero per 1,5 miliardi di metri cubi con un aumento del 380%.

Il governo prende tempo sul caro-bollette ma non ci hanno pensato due volte quando hanno tassato le rinnovabili quando in Italia abbiamo ancora 110 gigawatt di impianti solari e fotovoltaici fermi perché le autorizzazioni non vengono date per sovrapposizioni di competenze e altri problemi burocratici. Di questo passo sarà pressoché impossibile centrare entro il 2030 l’obiettivo della produzione del 72% da fonti rinnovabili.

Per tale motivo interverremo con una campagna con oltre 100 gazebo su tutto il territorio nazionale, denominata ‘Verità sul caro-bollette’ perché gli italiani hanno il diritto di conoscere la verità su questa ignobile speculazione che sta avvenendo alle loro spalle”.