Una soglia di sbarramento al 5% ? la pietra tombale del centrosinistra

soglia di sbarramento

Il masochismo di Zingaretti ? evidente: mentre tutti i sondaggi sottolineano come l?unica possibilit? di vittoria per il centrosinistra sia legata a una soglia di sbarramento bassa, che permetta agli ecologisti, alle forze della sinistra e alle forze liberal-democratiche di essere rappresentate in Parlamento, il Segretario di un partito che si definisce ?democratico? etichetta come ?non discutibile? una proposta di soglia di sbarramento al 5%. Per lui, tutto sembra essere discutibile, dalla rinuncia al MES fino agli odiosi Decreti Sicurezza, tranne la garanzia di una democratica rappresentanza delle forze minori. Il PD pensa di prendere i voti uccidendo gli alleati che hanno consentito la vittoria in Emilia Romagna, Toscana o Puglia. Invece, in questo modo, sancisce la morte del centrosinistra.

La proposta di una soglia di sbarramento al 5% sarebbe figlia, secondo il Segretario del PD, di un dibattito durato mesi. Non si capisce con chi e con quali forze politiche. A noi sembra che Zingaretti stia facendo il gioco delle destre estreme e xenofobe, a cui il Paese sarebbe consegnato con una legge elettorale del genere.

?Riteniamo che l?unica proposta da poter mettere in campo debba sicuramente partire da un modello proporzionale ma anche permettere alla variet? delle istanze presenti nel Paese di potersi esprimere e di essere rappresentate in Parlamento. Le forze politiche di maggioranza avevano assicurato agli elettori, in caso di vittoria del s? al referendum, un impegno concreto per ristabilire la corretta rappresentanza istituzionale: una soglia di sbarramento cos? alta, al contrario, non farebbe altro che ridurla ulteriormente, tagliando fuori le istanze di chi si batte per la giustizia sociale e ambientale.

Filiberto Zaratti e Francesco Alemanni