DOPPIA PREFERENZA IN PUGLIA: ?INTERVENGA GOVERNO CON APPOSITO DECRETO?

Puglia

Stanotte, con la rinuncia ad approvare la doppia preferenza nella legge elettorale per le prossime regionali, ? stata scritta una pagina indecente per la politica pugliese.

Le destre hanno fatto ostruzionismo presentando migliaia di emendamenti e proponendone il ritiro dopo l’approvazione della norma che impedisce la candidatura dei consulenti e in particolare del prof. Lopalco. Un chiaro sgambetto al presidente Emiliano che, per tutta risposta, insieme ad alcuni assessori e consiglieri di maggioranza, ? uscito dall’aula e fatto venir meno il numero legale, invocando il decreto legge per ottenere l’applicazione della doppia preferenza. Quello che ? successo ieri conferma lo scollamento tra presidente e maggioranza e la mancanza di una visione unitaria del centrosinistra. Vince il conservatorismo e vincono i singoli che contano pi? del collettivo mentre il pianeta brucia, la crisi economica spaventa e la vertenza Ilva angoscia i tarantini e gli operai.

Quello che chiedevamo al centrosinistra per le prossime regionali, era la condivisione di un progetto collettivo per affrontare l’emergenza climatica e sociale e invece assistiamo a prove di forza e a esercizi ginnici quali interventi a gamba tesa, sgambetti e scaricamenti di responsabilit?. Di sgambetto in sgambetto si precipita nel vuoto e non si pu? affrontare una campagna elettorale anomala a causa del Covid-19 e sulla base di un sistema elettorale che abbiamo sempre criticato per le soglie antidemocratiche e non solo per il vulnus della mancata doppia preferenza. Ci appelliamo al Governo, affinch? emani il decreto legge per introdurre finalmente la doppia preferenza nella legge elettorale pugliese.

Fulvia Gravame e Domenico Lomelo