Multa dell’Agcom alla Rai sacrosanta, noi espulsi da informazione televisiva

Rai

La multa dell’Agcom nei confronti della RAI per aver accertato il mancato rispetto da parte della rete pubblica ‘dei principi di indipendenza, imparzialit? e pluralismo, riferito a tutte le diverse condizioni e opzioni sociali, culturali e politiche’ ? sacrosanta ed ? quanto abbiamo denunciato in pi? riprese con nostri esposti, l’ultimo dei quali del 18 dicembre con un aggiornamento del 16 gennaio, in cui, dati dell’Osservatorio di Pavia alla mano, denunciavamo l’espulsione dei Verdi?dal sistema informativo televisivo, in particolar modo da parte della RAI.

Avevamo evidenziato che nel mese di novembre, in campagna elettorale per le Regionali dell’Emilia Romagna, nei programmi della rete pubblica Salvini aveva occupato gli spazi extra TG per ben 9 ore e 40 minuti, la Meloni per 6 ore e 16 minuti, Di Maio per 5 ore e 26 minuti, Calenda per 4 ore e 27 minuti, Renzi per 3 ore e 7 minuti e i?Verdi in totale per soli 8 minuti.

Ora pretendiamo che l’AGCOM, oltre alla sanzione, obblighi la RAI al riequilibrio dell’informazione con la fine del black out informativo nei confronti dei Verdi e gli ambientalisti che sta gravemente danneggiando la possibilit? di informare i cittadini italiani sulle nostre iniziative e proposte politiche e programmatiche.

Elena Grandi, Matteo Badiali

La pluralit? dell'informazione secondo la televisione italiana

L'emergenza climatica rappresenta la sfida pi? grande del nostro tempo. La televisione italiana ha deciso di censurarla. Dopo aver analizzato i dati AGCOM di novembre per il "Pluralismo politico in televisione", questo ? il deprimente quadro che viene fuori. Nei talk show di approfondimento, sono quasi 16 le ore di differenza tra lo spazio riservato ai Sovranisti rispetto e quello destinato agli Ambientalisti (poco meno di 10 minuti).Pluralismo televisivo? Chiamatelo con il suo vero nome. Chiamatelo SOVRANISMO. #NonChiamateloPluralismo

Pubblicato da Europa Verde su Mercoled? 18 dicembre 2019