Delibera sulla guerra in Ucraina approvata dalla Direzione nazionale del 28 febbraio 2022

Guerra Ucraina Europa Verde

DIREZIONE NAZIONALE DEL 28/02/2022

La Direzione nazionale, riunitasi in data 28/02/2022, preso atto della gravissima aggressione militare della Federazione Russa nei confronti dell’Ucraina e della conseguente sofferenza della popolazione civile sottoposta agli effetti tragici della ormai guerra in corso, decide quanto segue:

1) condanna l’aggressione militare illegale, non provocata e ingiustificata della Federazione Russa contro il popolo ucraino e si chiede che la Federazione Russa ponga fine a tutte le attività militari in Ucraina e ritiri incondizionatamente tutte le forze militari;

2) denuncia che questa aggressione e invasione militare costituisce una grave violazione del diritto internazionale, in particolare della Carta delle Nazioni Unite;

3) chiede lo stop all’invio di armi per tutta la durata del processo negoziale tra le delegazioni russe e Ucraine;

4) in caso di fallimento dei colloqui tra Russia e Ucraina con un proseguimento della guerra, la decisione dell’invio delle armi va assunta dall’Assemblea Generale dell’Onu;

5) istituire immediatamente corridoi umanitari per fornire mezzi di riparo, di emergenza, assistenza medica e asilo alla popolazione civile;

6) ritiene necessaria l’adozione di un Piano energetico fondato sulle rinnovabili che contribuisca a porre fine ad ogni guerra e che promuova la pace, tracciando una road-map di uscita definitiva dalla dipendenza dal gas e dalle fonti fossili;

7) sollecita la costruzione di una politica comune europea di difesa ed estera che porti a rafforzare il ruolo dell’Europa nella soluzione pacifica dei conflitti;

8) impegna il Parlamento italiano a ratificare il trattato di non proliferazione delle armi nucleari;

9) chiede all’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica di garantire la sicurezza dei siti e degli impianti nucleari a partire dalla centrale di Chernobyl.