Il tempo sta scadendo. Solidariet? e Eurobond per l’Unione Europea

Unione Europea

? un peccato che, ancora una volta, i ministri delle Finanze della zona euro non siano stati in grado di mostrarsi compatti ed egualmente solidali nel varare un programma di ricostruzione dell’economia dell’Unione Europea dopo la crisi. L?Italia e molti altri stati del Sud dell?Europa, Francia compresa, stanno soffrendo enormemente, ma anche per l?Unione e per tutti i paesi membri questa crisi avr? ripercussioni fortissime: dobbiamo essere consapevoli che, se non si prendessero le decisioni giuste, per l’UE questo potrebbe essere l’inizio della fine.

Nei giorni scorsi, abbiamo lanciato un appello italo-tedesco per sostenere la necessit? di uno scudo di protezione finanziaria totale per difendere l’Eurozona da eventuali attacchi speculativi, l’apertura immediata di una linea di credito sanitaria nel MES senza condizioni, l?emissione di European Health Bonds e la progettazione di un piano d?azione per il rilancio dell?economia che integri la transizione verde e la trasformazione digitale. Rispetto a queste richieste, non siamo disposti ad arretrare di un passo.

In un momento tragico come quello che tutti stiamo affrontando, non possiamo permettere un ritorno di fiamma dei nazionalismi e dei sovranismi. Il tempo sta lentamente scadendo: questo ? il momento in cui nessuno pu? voltarsi altrove, solo con la solidariet? l?Europa potr? costruire un futuro per tutti i cittadini europei.

Elena Grandi, Angelo Bonelli