Il TAV ? impattante e inutile, Europa Verde ? contraria

La grande opera, – il TAV, – che non ? ancora iniziata se non nei sondaggi geognostici, oltre ad essere fortemente impattante sulla Val di Susa, ? inutile e anacronistica.

La controproposta

Europa Verde ? convinta che sia pi? virtuoso intervenire sulla linea attuale e sulle politiche di tariffazione, cos? da disincentivare il trasporto merci su gomma e produrre effetti positivi e di lungo termine sull’offerta ferroviaria su quella tratta. E tutto ci?, oltre a ridurre in modo sostanziale l’esborso di denaro pubblico nei prossimi anni.

Il TAV non serve

Il nostro Paese ha il dovere di pensare prima a rendere sicure le infrastrutture esistenti, che ci stanno franando sotto i piedi. Per rimettere in moto il nostro Paese, non serve una grande opera come il TAV, che divora risorse pubbliche con una scarsa ricaduta sull’economia reale, bens? tante piccole opere in grado di rimettere in moto anche il tessuto produttivo di questo Paese e soprattutto di migliorare la qualit? della vita dei cittadini, investendo sul trasporto pubblico utilizzato tutti i giorni.

 

Domenico Finiguerra