Nasce il Comitato Scientifico di Europa Verde, presidente Luca Mercalli

Comitato scientifico

Europa Verde ha costituito un Comitato Scientifico a supporto delle proprie azioni e proposte sui temi della sostenibilità ambientale e della lotta ai cambiamenti climatici. Il Comitato, che affiancherà i co-Portavoce nazionali, Eleonora Evi e Angelo Bonelli, e la Direzione Nazionale, è presieduto dal climatologo Luca Mercalli.

Nella sua squadra, lavoreranno: Vincenzo Balzani, docente emerito di chimica Università di Bologna; Fiorella Belpoggi, direttrice scientifica dell’Istituto Ramazzini; Federico M. Butera, professore emerito di Fisica Tecnica Ambientale del Politecnico di Milano; Roberto Danovaro, professore ordinario nel dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Università Politecnica delle Marche; Roberto De Vogli, University of California Los Angeles e Università di Padova e Bologna; Luigi Esposito e Vincenzo Peretti, docenti dell’Università degli Studi di Napoli Federico II nel Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali; Grazia Francescato, già presidente di WWF Italia, membro gruppi di lavoro Women 20 e del Consiglio Aspen Institute; Silvio Greco, dirigente di ricerca della Stazione Zoologica Anton Dohrn; Augusto Lacala, della Rete O.N.U.; Bruno Massa, Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e forestali dell’Università di Palermo; Anna Maria Moschetti, Pediatra e ricercatrice di Taranto; Sonia Ostrica, Coordinatrice pari opportunità della UIL; Matteo Righetto, scrittore e docente di Letteratura del paesaggio; Giuliano Tallone, professore a contratto di Diritto e Legislazione Ambientale presso l’Università di Roma La Sapienza; Angelo Tartaglia, Senior Professor al Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia del Politecnico di Torino; Sergio Ulgiati, professore di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali nel Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università Parthenope di Napoli, oltre che professore onorario alla School of Environment – Beijing Normal University in Cina; Giorgio Vacchiano, professore associato di gestione e pianificazione forestale dell’Università di Milano.

“La creazione di quest’organismo – hanno affermato Evi e Bonelli – evidenzia l’approccio che Europa Verde vuole mettere in campo per diffondere una visione di tutela dell’ambiente saldamente ancorata al pensiero scientifico, con lo scopo di costruire una società più giusta ed equa attraverso una visione ecologica dell’economia, della finanza, della salute e dell’agricoltura. Si tratta di una sfida impegnativa, motivo per cui è indispensabile poter contare sulla collaborazione di eminenti esperti, in uno spirito di massima condivisione”.