INCENDI: BRUCIATI QUASI 160MILA ETTARI. LE NOSTRE PROPOSTE URGENTI

Proposte per combattere gli incendi

Al governo che si riunisce oggi sul dramma degli incendi vogliamo ricordare che, solo dall’inizio del 2021, oltre 160mila ettari sono andati in fumo sul territorio italiano, una superficie pari alle città di Roma, Napoli e Milano. Alla luce di questi dati tanto eloquenti quanto terribili, chiediamo che si prendano misure strategiche e non emergenziali Così in una nota i co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli ed Eleonora Evi, che prosegueno: Per contrastare realmente questa rovina, che ogni anno si abbatte sul nostro territorio, presentiamo le seguenti proposte:

1– Rimediare allo smembramento del Corpo Forestale dello Stato che, una politica senza scrupoli, ha deciso di cancellare. L’Italia ha bisogno di un corpo di polizia ambientale che abbia funzioni di prevenzione, non solo nella lotta agli incendi, ma anche a difesa del patrimonio ambientale nostrano.

2- Che si esercitino potere sostitutivi a quei comuni inadempienti che non presentano la richiesta del catasto degli incendi, per far sì che i vincoli previsti dalla legge, come il divieto dell’attività venatoria e di trasformazione urbanistica, siano applicati in tutte le aree percorso dal fuoco. Ricordiamo che solo nel 2020, il 44% dei comuni non ha fatto richiesta.

3– Politiche di mitigazione e di adattamento al cambiamento climatico e alla desertificazione, che sta raggiungendo picchi elevatissimi specie al sud Italia. Pensiamo ad una regione come la Sicilia a rischio desertificazione per il 70% del territorio.

4– Vogliamo richiamare l’attenzione del governo sull’enorme rischio che le piogge provocheranno nei prossimi mesi nelle aree che sono andate a fuoco e sono completamente secche a causa della desertificazione. Un quadro che potrebbe portare a movimenti franosi e alluvionali dai danni incalcolabili.

Solo attraverso la prevenzione e impegni forti nella lotta alla desertificazione e al cambiamento climatico si potrà realmente contrastare questo disastro ambientale. È arrivato il momento che il governo lo capisca e agisca di conseguenza.

Eleonora Evi e Angelo Bonelli